martedì 18 dicembre 2012

Dopo lunga pausa...

... ho trovato chi parla per me (v. oltre).
In questo momento la situazione politica è così complessa, che a voler sparare delle considerazioni si finisce per dire delle sciocchezze, o si rischia di parlare per ore di una cosa che dopo mezzora è totalmente cambiata.
Non ho voluto esprimere idee in merito a quanto sta accadendo, fin qui, proprio per questo motivo, anche se un'idea me la sono fatta, su cosa realmente abbiano in testa Monti, per citarne uno, e Berlusconi, per citarne un altro.
In linea generalissima, resto dell'idea che tra un governo di corrotti ed uno di banchieri non riesco davvero a capire chi faccia (abbia fatto) più danni.

domenica 9 dicembre 2012

Adventure del pendolare

Agli albori dell’informatica, quando i monitor conoscevano solo il colore verde (solo più tardi sostituito da un bianco grigiastro), i dischi fissi non esistevano, ed un PC con 512 KB di RAM era una sorta di mostro spaziale, la grafica era davvero l’ultimo degli optional.
Quando la grafica era ancora così arretrata, era facile imbattersi in giochi... filosoficamente simili agli adventure che successivamente si sono sviluppati (dagli antichissimi Monkey Island, Indiana Jones, Space Quest, King Quest, ai già più evoluti e successivi Black Mirror, Siberya e via via venendo in qua), ma che avevano una caratteristica: non avevano grafica, ed erano costituiti unicamente da testi.
Bene, per rinverdire i fasti di quei tempi indimenticabili, ho deciso di provare a disegnare una nuova avventura, un nuovo “adventure solo testo”:UN GIORNO DI ORDINARIA FOLLIA… DEL PENDOLARE .