sabato 21 aprile 2012

Attenzione!


A quanto pare non c'è davvero limite alle porcate che riescono a farci "di nascosto", infilandole ora in questo ora in quel decreto-pirata.
Ah, non c'è che dire: penso che 'sti professori ce li ricorderemo per sempre!
E mi raccomando: continuiamo a sorriderere, eh? Possibilmente sarebbe carino se iniziassimo anche a ringraziare.
Poi, la cosa veramente inspeigabile è: ma perché ci ostiniamo a non consumare?

venerdì 13 aprile 2012

Quousque tandem abutere, Catilina, patientia nostra?

Tiè, pure la citazione corta (no, non è un "colta" romanesco, è proprio che la citazione non è lunga!)
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La locuzione latina Quousque tandem abutere, Catilina, patientia nostra?, tradotta letteralmente, significa: "Fino a quando dunque, Catilina, abuserai della nostra pazienza?" (Cicerone, 1 Catilinaria). Prosegue con le parole quamdiu etiam furor iste tuus nos eludet? quem ad finem sese effrenata iactabit audacia? che, tradotte, significano: "Quanto a lungo ancora codesta tua follia si prenderà gioco di noi? Fino a che punto si spingerà [la tua] sfrenata audacia?"
Queste violente parole costituiscono il celeberrimo incipit ex abrupto della prima delle orazioni Catilinarie, pronunciata da Marco Tullio Cicerone di fronte al Senato romano riunito nel tempio di Giove Statore opportunamente presidiato, l'8 novembre del 63 a.C. per denunciare Catilina, il quale si presentò in senato nonostante, proprio quella mattina, alcuni suoi complici avessero tentato di uccidere Cicerone.
Cicerone, avvertito in tempo del complotto, non permise agli emissari di Catilina di entrare nella sua casa quando giunsero per salutarlo; questi ultimi, vedendosi scoperti, abbandonarono l'impresa. Cicerone quella mattina stessa denunciò l'accaduto in Senato.
L'espressione appartiene anche al linguaggio comune: viene usata con l'intenzione di accusare il suo destinatario di abusare della pazienza, dell'indulgenza o della buona educazione di chi la proferisce o del gruppo di cui si fa portavoce.

giovedì 5 aprile 2012

Brevissimo...

... poi torno con più calma, nei prossimi giorni, è una prom... una minaccia!
Qualcuno si ricorda ancora quale fu la struttura portante dei reati evidenziati da Mani Pulite?
Qualcuno si ricorda ancora l'esito del referendum dell'aprile 1993 contro il finanziamento pubblico dei partiti?
(Qualcuno si ricorda ancora quanti anni... no, mesi... no, giorni ci mise la congrega di papponi che ci governa a ripristinare il tutto?)